Un invito a mettere insieme le proprie risorse creative per ricordare chi siamo e le potenzialità che abbiamo di creare la nostra vita in armonia con la MadreTerra. Saranno giorni dedicati alla scoperta della coralità e della com-unità, dell’incontro con le energie naturali del bosco, del fiume e della montagna e al prendersi cura della terra dentro di sé. Laboratori artistici, musica e improvvisazioni poetiche: come possiamo essere il cambiamento che desideriamo e trovare la nostra Medicina per il Pianeta.
Tutte le attività si svolgeranno all’aperto. I posti sono limitati è necessario prenotare.
Informazioni dettagliate, modalità di partecipazione e prenotazioni scrivendo a laportawomen@gmail.com, oppure chiamare il 3402503492.

Programma provvisorio:

Laboratorio di Ceramica: 

Plasmare la Dea Madre, con Giulia Bonora, https://giuliabonora.com

Agli albori del mondo , nelle culture più antiche, è il femminile ad incarnare l’archetipo del “divino”. Gea, Asthart, Iside, solo per citarne alcune, sono diverse manifestazioni di una stessa divinità femminile assoluta. Le dee ereditate successivamente dall’Europa antica, come le greche Atene, Era, Artemide, Ecate, le romane Minerva e Diana, le irlandesi Morrìgan e Brigit, le baltiche Laima e Ragana, la russa Baba Yaga, la basca Mari e altre non sono che “veneri” simboli di fertilità e prosperità. Sono dispensatrici di vita e di morte, sono “regine “ o “signore” e tali restano nei credi individuali per molto tempo, nonostante la loro ufficiale detronizzazione, militarizzazione e ibridazione come spose e mogli celesti indoeuropee. Il tema centrale del simbolismo della Dea si dispiega nel mistero della nascita e della morte e nel rinnovamento della vita, non solo umana ma di tutta la terra e anzi dell’intero cosmo.
Con Giulia plasmeremo dell’argilla autodindurente (senza bisogno di cottura) e coloreremo con l’acrilico. Potremo così portare a casa la nostra Dea.

Tessiamo il nostro Mandala

“Ojos de la Dios/a”, con Liliana Pati, instragram: Manda_lì

Che cos’è un “Ojo de la Dios/a”? Un Mandala di fili di lana intrecciati. Secondo le antiche tradizioni delle tribù dei Nativi Americani Pueblo e Indiani Messicani, un Ojo de Dios/Diosa è un autentico talismano pieno di colori, utilizzato per canalizzare amore, buona fortuna, salute e benedizioni dalle divinità. Gli Ojos de Dios/a vengono creati tessendo vari fili di lana colorata attorno a bastoncini di legno. Si tratta di una vera forma di meditazione attiva, in quanto ad ogni giro di filo si lascia una preghiera. Grazie alle forme ed i colori che pian piano “prendono vita” durante la loro creazione, gli Ojos de Dios/a vengono utilizzati per decorare e proteggere la casa.Ojo de Dios 2  L’Ojo de Dios/a più semplice è composto da due bastoncini di legno incrociati sui quali si tessono i fili di lana realizzando una forma quadrata dal centro o “occhio” verso l’esterno. Una volta realizzato si appende il Mandala in casa, oppure all’esterno o sugli alberi e si affida a questo talismano il proprio intento.

Semà del Sufi con

Francesca Ferah dalla Bernardina

Seminario: Venerdì e sabato dalle 9 e 30 alle 12 e 30
Mentre si danza fuori tutto si muove, ma dentro, attraverso un profondo contatto con se stessi e con le proprie emozioni, si prova la sensazione di avere delle radici ma allo stesso tempo di volare.
Un’occasione per fare esperienza di poderose pratiche della tradizione Sufi, il cui misticismo si fonda su danza, poesia e ricerca dell’estasi attraverso meditazioni individuali e di gruppo.

La danza è una delle rare attività umane in cui l’essere umano si trova totalmente impegnato: corpo, cuore e spirito. Rivolgeremo l’attenzione all’ascolto, alla meditazione, al cuore e alle emozioni, al piacere di danzare insieme e di condividere ritrovando leggerezza. E’ una danza di presenza e centratura, che porta benessere e pace.

Visita la pagina di Danza Sufi:

https://www.soulcircle.it

Ride for Peace:

Incontro con Paola Giacobini, dalla Mongolia all’Italia per la Pace, cronaca -racconto del viaggio “Mare di erba” ottomila chilometri a cavallo.
Attraversare un territorio immenso in compagnia di due cavalli con uno scopo simbolico: riportare quella freccia a Cracovia che rappresentò l’attacco Mongolo all’Occidente. Ma c’è molto di più in questo viaggio, un’avventura che è davvero difficile ai nostri giorni e che ci insegna come è possibile armonizzarsi con la Terra camminando per la Pace.

Workshop di Pane creativo, con Cecilia Diotto

Crea ed esprimi il pane che c’è in te! Scopri attraverso il laboratorio che tipo di pane sei, provando le differerenti preparazioni di pane, grissini, focacce etc. Dai forma alla tua creatività: impasteremo, massaggeremo, decoreremo dando vita a creazioni tradizionali, personali e di fantasia.

Poetry in Motion:

l’atto poetico che guarisce. Serata di attivazione della “Farmacia Poetica” un chiosco di anim-azione poetica aperto durante tutto il campo!

Il giorno di ferragosto ore 21.00

concerto delle

EVA OM DEVA con danza Sufi

https://www.evaomdeva.it
Barbara Zoletto e Roberta Righetti: incontrate nel gioco del destino abbiamo unito le nostre esperienze e competenze musicali dando vita al progetto “Eva Om Deva”,  duo musicale nato nel 2013 con l’intenzione di diffondere l’antica spiritualità dell’arte musicale/letteraria indiana e di reinterpretare la musica sacra con inediti arrangiamenti che uniscono le diverse tradizioni spirituali di tutto il mondo.

https://www.youtube.com/watch?v=2NWZhBoqKBY&feature=emb_title

Inoltre:

Qi Gong con Ana Cuenca, www.energiaearmonia.blogspot.it

Massaggi Tuina e Tarocchi

con Valentina Ranzi https://www.instagram.com/vale_tuina/

Massaggio Sonoro con Campane Tibetane con Liliana Pati

Per partecipare è necessario prenotare, contattando via mail l’Associazione La Porta: laportawomen@gmail.com oppure chiamare 3402503492

Al concerto si può entrare anche da esterne al Campo previa prenotazione, i posti sono limitati.